Ale C. Drummer.jpg

ALESSANDRO CASSARÃ

Percorso

Breve presentazione ( studi / percorsi / ispirazione)

Amo definire la mia come un'anima complessa con un'attitudine semplice e concreta. Prediligo la Pittura, il Sound design, la video-arte in particolar modo la parte di progettazione e ideazione.

Cresciuto artisticamente nell’ambiente alessandrino, ho affinato la mia formazione artistica frequentando l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino – Pittura e Regia. Particolarmente formativa è stata l’esperienza berlinese alla fine degli anni ’90. Sicuramente i creativi che più di tutti hanno influenzato la mia ricerca, sono stati Antoni Muntadas che ho avuto il piacere di conoscere e nella mia personalissima presa di coscienza organica, Stelarc e Orlan. Non posso non citare Aphex Twin e Chris Cunningham per la ricerca di un concetto di “Bello, Grazia ed Equilibrio” divergente. Le esperienze che più di tutte hanno lasciato un solco profondo nella mia formazione sono state sicuramente la collaborazione con il professor Lorenzo Taiuti, docente di Mass Media grazie al quale ho partecipato alla Biennale Arte Emergente – BIG 2000 Torino e collettive come “Multimedia- GiOvAnIDiGiTaLi” (Too Young to Die , Too Fast to Live”) e al al Torino Film Festival con il cortometraggio “YCOP”.

Significativa la contaminazione tra discipline come quella musicale che mi ha portato a collaborazioni con artisti in ambito musicale. Ricordo con estremo piacere la video installazione interattiva “Face Music” presso il Teatro Parvum in collaborazione con Raiz degli Almamegretta o le videoinstallazioni: “A forma d’Uomo”, “Pre Pop-Post Pop”, “Cibridi o Cozza Papu” in collaborazione con Boosta dei Subsonica presso il Punto D ad Alessandria.

Come descriveresti la tua ricerca personale in ambito artistico?

Dal primo giorno, che io ricordi, la mia ricerca e il mio linguaggio si sono sempre orientati al corpo umano come punto di partenza e contenitore dell'individuo e alla costante e consapevole volontà di espansione, superamento del proprio essere biologico. Dai primi anni 2000 mi occupo di ricerca e innovazione e grazie a nuove metodologie, forme di creazione collettive, la forte spinta della digitalizzazione e alla compresenza creativa dell'intelligenza artificiale posso vedere come orizzonti creativi sono diventati possibili. Risultati che il solo contenitore biologico uomo o la sola IA non sarebbe stato in grado di realizzare autonomamente. Per fare un esempio banale, penso al Digital twin che scompone, anticipa in una replica virtuale non solo un oggetto, ma il processo stesso di creazione.

 

Qual è stato il tuo metodo di lavoro in relazione alle opere dedicate alla Divina Commedia?

C’è un filo conduttore che attraversa il percorso che ho voluto proporre sulle orme del cammino dantesco. E’ la corporeità.

Il corpo strabordante e melmoso dell’obeso Ciacco nell'Inferno si contrappone all’ammasso rinsecchito di ossa, tutto chiuso in quel cranio svuotato dalla fame e dal tormento di Forese Donati, nel Purgatorio.

Nella rappresentazione di Giustiniano, nel Paradiso, la fisicità della carne è volutamente assente, sostituita da un'immagine di marmo, un busto, dove la forma umana è trasfigurata dall’idealizzazione morale.

Link di riferimento ai tuoi siti. https://alessandrocassara.wordpress.com/

01_Alessandro_Cassarà_Inferno_Ciacco (1)

ALESSANDRO CASSARÀ - IT

 

Alessandro (22 dicembre 1976), è un artista multidisciplinare: pittore, scultore, sound designer, regista e musicista. Cresciuto artisticamente nel territorio alessandrino, affina la sua formazione artistica frequentando l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino (Pittura) e, grazie alla collaborazione con il professor Lorenzo Taiuti, docente di Mass Media, realizza colonne sonore per cortometraggi e importanti video installazioni, partecipando anche alla Biennale Arte Emergente - BIG 2000 Torino. Nel 1999 espone le sue opere pittoriche alla Scoletta dei Calegheri, a Venezia. Successivamente, collabora con il Teatro “Mutamento” e il Museo delle Scienze di Torino e partecipa alla collettiva “Multimedia- GiOvAnIDiGiTaLi” (Too Young to Die, Too Fast to Live) a Torino. Ad Alessandria realizza installazioni musicali e video: "A forma d'Uomo", "Pre Pop-Post Pop", "Cibridi o Cozza Papu" in collaborazione con Boosta dei Subsonica oltre a partecipare a numerose mostre di pittura nazionali ed estere . solo: l'esperienza berlinese è particolarmente formativa. Partecipa al Torino Film Festival con il cortometraggio “YCOP”. Realizza inoltre la videoinstallazione interattiva “Face Music” al Teatro Parvum di Alessandria in collaborazione con Raiz di Almamegretta.

In ambito pittorico, con il nome del gruppo artistico “Materateya”, espone le sue opere contemporaneamente ad una performance musicale presso il Palazzo Esposizioni di Valenza (AL). Segue "A forma d’uomo": mostra personale presso la sala espositiva della Camera del Lavoro di Alessandria.

In campo musicale nel 1997 ha collaborato alla colonna sonora dello spettacolo teatrale “Dracula”, sotto la regia di Hermes Beltrame, in occasione del centenario del celebre romanzo di B. Stoker. Il fascino del suono digitale mescolato al suono analogico percussivo più puro ed evocativo si concretizza con il progetto solista Atea9 con cui vince l'Alessandria Wave music festival nel 2005 e rappresenta l'Italia al Bilbo Rock Festival di Bilbao l'anno successivo. Nel 2014 ha scritto e registrato l'album Allghoi Khorhoi con il trio doom-stoner Codeina prodotto da Fabio Intraina e Maurizio Giannotti (New Mastering Studio Milan).

La raccolta Materia Occulta è stata pubblicata nel 2012 e nel 2015 è uscito il lungometraggio Curve Sternum di The MagikWay, di cui è membro dal 1996, sotto Sad Sun Music e My Kingdom Music, incoronato dal documentario live del 2016 Ananke.

 

Questo è seguito nel 2018 dallo split album Ars Regalis composto a 4 mani con la band Malvento sotto Third-I-Rex (UK). Nel 2019 ha diretto il video Baron Samedi, brano contenuto nella compilation The Other Face Of Evil, prodotta da EK Produc (UK). Nel 2020 ha prodotto il singolo Closed per Downtown Record, mixato e masterizzato da Simone Giorgi.

In qualità di Specialist communication & Media Design Identity, realizza decine di campagne di comunicazione per grandi aziende e multinazionali. Dal 2005 lavora nella divisione ricerca e innovazione di Engineering Ingegneria Informatica S.p.a.

Rita_Levi_Montalcini%20(1)_edited.jpg

ALESSANDRO CASSARÀ - IT

 

Alessandro (22 december 1976), is een multidisciplinaire kunstenaar: schilder, beeldhouwer, geluidsontwerper, regisseur en muzikant. Artistiek opgegroeid in het Alessandria-gebied, verfijnde hij zijn artistieke opleiding door de Albertina Academie voor Schone Kunsten in Turijn (schilderkunst) bij te wonen en, dankzij de samenwerking met professor Lorenzo Taiuti, hoogleraar massamedia, creëerde hij soundtracks voor korte films en belangrijke video installaties, die ook deelnemen aan de Biënnale Arte Emergente - BIG 2000 Turijn. In 1999 exposeerde hij zijn schilderwerken in de Scoletta dei Calegheri in Venetië. Vervolgens werkt hij samen met het "Mutamento" Theater en het Wetenschapsmuseum van Turijn en neemt hij deel aan het collectief "Multimedia-GiOvAnIDiGiTaLi" (Too Young to Die, Too Fast to Live ") in Turijn. In Alessandria realiseert hij muziek- en video-installaties: "A forma d'Uomo", "Pre Pop-Post Pop", "Cibridi o Cozza Papu" in samenwerking met Boosta dei Subsonica en neemt hij deel aan talrijke nationale en niet-nationale schildertentoonstellingen . alleen: de Berlijnse ervaring is bijzonder vormend. Neem deel aan het Torino Film Festival met de korte film "YCOP". Hij realiseert ook de interactieve video-installatie "Face Music" in het Parvum Theater in Alessandria in samenwerking met Raiz van Almamegretta.

Op picturaal gebied, met de naam van de artistieke groep “Materateya”, stelt hij zijn werken tegelijkertijd tentoon als een muzikale uitvoering in het Palazzo Esposizioni in Valenza (AL). Hierna volgt "A forma d’uomo": persoonlijke tentoonstelling in de tentoonstellingsruimte van de Chamber of Labor in Alessandria.

Op muzikaal gebied werkte hij in 1997 mee aan de soundtrack van de theatervoorstelling “Dracula”, onder leiding van Hermes Beltrame, ter gelegenheid van het eeuwfeest van de bekende roman van B. Stoker. De fascinatie van digitaal geluid gemixt met het puurste en meest suggestieve percussieve analoge geluid wordt gerealiseerd met het soloproject Atea9 waarmee hij het Alessandria Wave muziekfestival in 2005 wint en het jaar daarop Italië vertegenwoordigt op het Bilbo Rock Festival in Bilbao. In 2014 schreef en nam hij het album Allghoi Khorhoi op met het doom-stoner trio Codeina, geproduceerd door Fabio Intraina en Maurizio Giannotti (New Mastering Studio Milan).

De collectie Materia Occulta werd gepubliceerd in 2012 en in 2015 werd de volledige lengte Curve Sternum van The MagikWay uitgebracht, waarvan hij sinds 1996 lid is, onder Sad Sun Music en My Kingdom Music, bekroond door de live-documentaire Ananke uit 2016.

 

Dit wordt in 2018 gevolgd door het split-album Ars Regalis dat 4 handen componeerde met de Malvento-band onder Third-I-Rex (UK). In 2019 regisseerde hij de video Baron Samedi, een nummer uit de compilatie The Other Face Of Evil, geproduceerd door EK Produc (UK). In 2020 produceerde hij de single Closed for Downtown Record, gemixt en gemasterd door Simone Giorgi.

Als Specialist Communicatie & Media Design  voert hij tientallen communicatiecampagnes uit voor grote bedrijven en multinationals. Sinds 2005 werkt hij in de onderzoeks- en innovatiedivisie van Engineering Ingegneria Informatica S.p.a.

Picasso_Omaggio_alla_luce (1).jpg